vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Dipartimento di Eccellenza MIUR

Il Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie è stato riconosciuto tra i Dipartimenti di Eccellenza italiani e ha ricevuto un finanziamento straordinario del Ministero dell’Istruzione e dell’Università di 9.350.000 € per un progetto di sviluppo quinquennale che è risultato tra i 180 vincitori a livello nazionale

Il progetto e gli obiettivi

Il progetto, incentrato sulla Medicina Personalizzata, ha l'obiettivo di potenziare l'integrazione tra le attività di base dei settori biomedici e quelle traslazionali-applicative dei settori medico-chirurgici. Lo sviluppo quinquennale del DIBINEM ha pertanto come obiettivo primario il potenziamento dell'integrazione, in ambito scientifico e formativo, dell'Area biomedica con l'Area clinica, aggregando in modo sinergico e trasversale tutte le componenti dipartimentali su un tema di grande innovazione che prevede l’acquisizione e l’utilizzo di tecnologie avanzate e tools di supporto comuni alle varie discipline presenti nel Dipartimento.

La medicina personalizzata si avvale infatti delle opportunità offerte dal progresso delle scienze biomediche degli ultimi decenni per generare un'offerta di salute estesa a tutta la popolazione, ma ritagliata sul singolo cittadino/paziente.

L'obiettivo generale si sviluppa attraverso i seguenti obiettivi specifici:

1) Potenziamento, innovazione e sviluppo di un patrimonio di Infrastrutture    tecnologiche

2) Reclutamento di personale docente

3) Potenziamento della didattica

Le azioni

Ricerca e infrastrutture

Gli obiettivi del progetto verranno realizzati attraverso il potenziamento, l’innovazione e lo sviluppo di un patrimonio di Infrastrutture tecnologiche che rafforzi il posizionamento internazionale del Dipartimento: l'implementazione dell'infrastruttura tecnologica e la centralizzazione di tecnologie specifiche nell'ambito della produzione di cellule, tessuti, organi e biomateriali e la loro conservazione in biobanche renderà accessibile alle varie discipline il materiale paziente-specifico, sfruttando le competenze dipartimentali e favorendo la sinergia tra i vari gruppi in un meccanismo virtuoso di sviluppo della ricerca.

Didattica

Il potenziamento della didattica verrà realizzato mediante l'integrazione con l'attività di ricerca e la terza missione: il DIBINEM svilupperà un'offerta formativa grazie all'implementazione di moderne tecnologie digitali e di realtà aumentata orientata al trasferimento terapeutico e tecnologico nell'ambito del trattamento personalizzato di malattie ortopediche, neurologiche/psichiatriche e odontoiatriche.

Il piano di sviluppo didattico si propone di educare ricercatori e professionisti nell'ambito della medicina personalizzata e di precisione attraverso 4 azioni: a) istituzione di nuove borse di dottorato di ricerca con il tema Medicina Personalizzata per la formazione di ricercatori altamente qualificati a livello nazionale/internazionale nell'ambito della medicina di precisione; b) attivazione di un Master per la formazione di professionisti preparati a svolgere un ruolo attivo nella ricerca e nello sviluppo e trasferimento tecnologico di prodotti per terapie avanzate personalizzate; c) attivazione di nuovi CAF/CFP per formare professionisti utilizzando tecnologie avanzate di realtà aumentata, per applicazioni chirurgiche di precisione in ambito ortopedico, odontoiatrico-maxillofacciale e neurochirurgico; d) potenziamento del tirocinio clinico nel CdL in Odontoiatria e Protesi Dentaria.

Reclutamento di personale docente

La realizzazione del progetto di sviluppo del Dipartimento rende necessario il reclutamento di personale docente, mediante una strategia funzionale alla integrazione dell'Area biomedica con l'Area medica: il reclutamento sia in SSD biologici che in SSD clinico-chirurgici consentirà di indirizzare la ricerca e la formazione su ambiti applicativi e traslazionali, così da poter raggiungere l'obiettivo generale identificato nel progetto.

 

I tempi

2018-2019

  • Infrastrutture. Sarà realizzato un laboratorio di cellule staminali, screening farmacologici e terapie avanzate e sarà allestito un laboratorio di ingegneria genetica.  Al termine del 2019, sarà pianificato l'allestimento di un laboratorio di biomateriali e dispositivi medici. La sala settoria sarà dotata di infrastrutture per il collegamento audio-video 3D tra le postazioni settorie e le aule didattiche. Verrà aumentato a 30 il numero di manichini odontoiatrici e le postazioni cliniche odontoiatriche saranno integrate con microscopi operatori e relativa telecamera. A partire dal 2019, verrà avviato l'upgrade di ciascuna postazione odontoiatrica con piattaforma di realtà aumentata e software per l’implementazione dell’insegnamento "blended learning".

 

  • Didattica. Nel primo biennio è prevista la rimodulazione e semplificazione dei temi di ricerca del Dottorato di Ricerca ed il finanziamento di n. 3 borse/anno, della durata di 3 anni, per il nuovo tema di Medicina Personalizzata. Due docenti stranieri/anno saranno invitati a svolgere seminari nell'ambito del dottorato ed eventuale attività didattica nel CdL in Medicina e Chirurgia in lingua inglese. Inoltre, è prevista l’attivazione del nuovo Master autofinanziato e di almeno un CAF/CFP autofinanziato.

 

  • Reclutamento di personale: n. 2 docenti di II fascia nei SSD MED 33 e MED 27; n.1 RTD B; n.10 contratti di assegno di Ricerca; n.2 TA a tempo indeterminato.

 

  • Premialità. Premialità personale TA: distribuzione delle risorse sulla base del regolamento di Ateneo. Premialità docenti: monitoraggio da parte della Giunta degli indicatori soprariportati e determinazione dei criteri di assegnazione del 30% del Budget.

2020 - 2021

  • Infrastrutture. Entro la fine del 2020 sarà allestito il laboratorio di biomateriali e dispositivi medici. Per il progetto di sala settoria saranno acquisite colonne endoscopiche di utilizzo in progetti di ricerca e di formazione in collaborazione con le diverse discipline chirurgiche (neurochirugia, ortopedia, chirurgia maxillo-facciale). Entro il primo anno sarà completata la piattaforma blended learning e realizzata quella e-learning nel Laboratorio manichini odontoiatrici.

 

  • Didattica. È prevista la messa a regime dell'ampliamento dei contenuti didattici (intersettorialità e soft skills) del Dottorato. Sia per il Dottorato che per il Master autofinanziato, si procederà a finalizzare gli accordi con aziende ed enti di ricerca favorendo la formazione sul campo, l'internazionalizzazione e il collocamento sul mercato del lavoro. Per il conseguimento degli obiettivi verranno finanziate n.3 borse di dottorato/anno della durata di 3 anni. Due docenti visiting/anno verranno reclutati per svolgere seminari nell'ambito del dottorato ed eventuale attività didattica nel CdL in Medicina e Chirurgia in lingua inglese. A partire dal secondo anno, si prevede l’attivazione di  almeno un nuovo corso CAF/CFP autofinanziato incentrato sull'utilizzo delle colonne endoscopiche integrate con il sistema di realtà aumentata. Verrà portato a compimento l'intervento sul Laboratorio didattico manichini odontoiatrici.

 

  • Reclutamento di personale: n.1 RTD B; n.15 contratti di assegno di Ricerca.

 

  • Premialità. Premialità personale TA: distribuzione delle risorse sulla base del regolamento di Ateneo. Premialità docenti: monitoraggio da parte della Giunta degli indicatori soprariportati e determinazione dei criteri di assegnazione del 70% del Budget.